Una gara d’appalto è stata indetta per la fornitura di cateteri vescicali agli aventi diritto di tutto il territorio Laziale.

Questa la decisione presa dalla Regione Lazio a fine luglio in piena pandemia. Vincerà la gara l’operatore che presenterà l’offerta più conveniente e avrà l’esclusiva di fornitura per 48 mesi. Questa notizia ha allarmato centinaia di disabili che purtroppo sono costretti a utilizzare tali presidi urologici (dei salvavita) e con il supporto di diverse associazioni di categoria stanno manifestando il loro disappunto.

I cateteri in commercio sono tanti e si differenziano per le loro varie caratteristiche (lubrificazione, flessibilità, punta più o meno rigida, qualità di sterilizzazione, maneggevolezza, etc), e ogni paziente risponde più o meno bene in modo soggettivo.

Ogni persona è un caso a sé e non si può standardizzare la fornitura di tali presidi.

Francesco Diomede presidente della FINCOPP (Federazione Italiana Incontinenti e Disfunzioni del Pavimento Pelvico) ha fortemente contestato al presidente Zingaretti e l’assessore D’Amato la gara d’appalto sul cateterismo ad intermittenza precisando che: “Il catetere è un dispositivo medico infungibile e salvavita, un corpo estraneo che entra nell’organismo umano ed è impensabile consegnare ad un paraplegico o bambino con spina bifida un catetere differente, poiché potrebbe creare gravissime complicanze che possono condurre il paziente alla morte”.
Risparmiare sui dispositivi medici costringe ad abbassare la qualità del prodotto e di conseguenza tutto ciò può portare più complicanze, più accessi in pronto soccorso, più ricoveri in ospedale e un aumento delle spese a carico del S.N.N..


In Germania il ministro della Salute Jens Spahn ha detto: “I pazienti e le persone bisognose di cure devono essere sicuri che tutti gli ausili siano di buona qualità e affidabili. In futuro non faremo più gare relative ad ausili, poiché la ricerca dell’offerta più conveniente è andata troppo spesso a discapito dei pazienti”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui