L’ITALIA È’ CAMPIONE DEL MONDO

Si sono conclusi i campionati mondiali di Powerchair Hockey con la vittoria della nazionale italiana sulla Danimarca per la conquista del titolo.

La giornata conclusiva dei campionati del mondo di hockey in carrozzina elettrica ha visto il trionfo della nazionale italiana, in un palazzetto gremito di tifosi, che ha battuto la Danimarca vincendo ai rigori 3 a 2. Grande festa non solo per i padroni di casa ma per tutti i partecipanti, come giusta conclusione, di un evento #asneverbefore.

Alle 9.30 si è giocata la sfida per il settimo e l’ottavo posto con una sorprendente vittoria del Canada, new entry di questo sport, sull’Australia che nonostante i grandi progressi visti nel corso di questa competizione si conferma all’ottavo posto nel ranking mondiale.

A seguire la Svizzera grande delusa della manifestazione, dopo aver battuto l’Olanda all’interno del girone, si è trovata a giocare la finalina per il quinto e sesto posto vincendo per 6 a 2 contro il Belgio.

Pomeriggio intenso che si è aperto con la finale per la conquista del terzo gradino del podio: Germania e Olanda si sono sfidate senza esclusione di colpi battendosi punto a punto per tutta la durata dei tempi regolamentari che si concludono sul 3 a 3.

Solo il golden goal firmato Dennis van the Boomen consegna nelle mani Orange la medaglia di bronzo, magra consolazione per la campionessa del mondo uscente, che in questo mondiale ha conseguito il peggior risultato della sua storia.

Storia a parte per l’incredibile match della finale che ha incollato migliaia di spettatori sugli spalti o davanti ai propri schermi tenendoli con il fiato sospeso per oltre sessanta minuti. Danimarca e Italia infatti, si studiano per lunga parte della gara, fino a quando su un rimpallo, il nazionale italiano Ion Jignea sigla il goal del vantaggio.

Secondo tempo equilibrato durante il quale le due compagini studiano il momento giusto per attaccare: a poco più di un minuto del termine Anders Berenth (miglior mazza del torneo) segna su rigore il goal del pareggio. Tempi supplementari che confermano la situazione di parità e lotteria dei rigori che consacra l’Italia campione del mondo, davanti a tutto il proprio pubblico, grazie a due straordinarie parate di Marco Ferrazza.

«È un momento storico per il nostro movimento sportivo e per me rappresenta una emozione straordinaria» racconta il presidente della Federazione Italiana Wheelchair Hochey, Antonio Spinelli. «Questa vittoria sofferta ma giusta – aggiunge – è il frutto di un grandissimo lavoro di tutto lo staff tecnico della nazionale ma non solo. Il nostro movimento è cresciuto tanto a livello di club, la nazionale è migliorata negli ultimi quattro anni di questa gestione tecnica. Il duro lavoro ci ha permesso di arrivare sul tetto del mondo. Grandi ragazzi!» «Complimenti ragazzi, siete stati strepitosi. Una vittoria di cuore e di grinta. Avete offerto a tutti uno spettacolo unico» ha commentato a caldo Luca Pancalli, presidente del Comitato Italiano Paralimpico, presente a Lignano Sabbiadoro.

Un evento memorabile terminato nel migliore dei modi con la cerimonia di chiusura e la grande festa finale con grande partecipazione di tutti i presenti, che ha portato grande risalto a tutto il movimento nazionale e internazionale di hockey in carrozzina elettrica. Un evento che resterà per sempre. #nevergiveup

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui